Traona a.s. 2013/14 e 2014/15

pino-aleppoProseguiamo il laboratorio attraverso il Kit d’Artista, un laboratorio creativo a impatto ambientale zero che non prevede l’acquisto di materiali e non genera alcuno scarto, e che anzi, prevede la piantumazione di nuovi alberi in tutto il territorio nazionale.

Nel corso di questo laboratorio, i bambini avranno modo infatti di prendersi cura di un seme di pino d’Aleppo (Pinus halepensis), albero della famiglia delle conifere.

Questa mattina siamo pronti con il materiale e le istruzioni del manuale del Kit… con l’aggiunta delle nostre soluzioni:

3 - Dove?  Dove?  Piantare i semi in un vaso di max un litro di volume con fondo bucato utilizzando terriccio universale o per semina.

– Inizia la ricerca della soluzione per scegliere il vaso della grandezza indicata… infine utilizziamo un sacchetto di plastica per evitare la fuoriuscita dell’acqua dal fondo bucato del vaso e con una bottiglietta da o,5⌊ misuriamo il volume del vasetto: trovato!- mettiamo uno strato di sassi sul fondo per evitare ristagni di acqua e aggiungiamo il terriccio

 

4 - Come?  Come? Sistemare i semi nel vaso in buchette di max 2 cm di profondità e larghezza (2 semini per buca) comprimendo bene la terra senza lasciare troppi vuoti d’aria e bagnare delicatamente.

5 - Far crescere<br> i semi Far germogliare i semi.  Tenere il vaso all’aperto esposto alla luce del sole e ricordarsi di bagnare spesso e bene il terreno lasciando scolare l’acqua per non avere un eccesso d’umidità nel substrato.
Mettiamo un cartellino che faccia capire che questo vaso è “la culla” di una nuova vita
P1120042
e aspettiamo l’evento!
(foto di auspicabile germinazione)
6 - Irrigazione Irrigazione Non appena i semi iniziano a germogliare, fare attenzione a non bagnare troppo: il rischio è che le piantine marciscano, quindi alternare cicli di asciugatura completa del terreno con cicli di umidificazione.
7 - Trapianto <br>in terra Trapianto in terra. Trapiantare in terra in autunno 2015 facendo una buca adeguata alle dimensioni della pianta e innaffiare abbondantemente.
ConsigliConsigli. Durante l’estate serve un custode dei germogli! Un insegnante o un bambino che può portarli a casa, innaffiarli (non troppo!) e riportarli a scuola a settembre per piantarli a terra nel luogo dove è stata fatta l’installazione di Land Art.

 

 

 

Annunci

scrivi il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud